You Are Here: Home » Cultura » Acireale: Festival Arti Effimere 8 e 9 agosto

Acireale: Festival Arti Effimere 8 e 9 agosto

Ad Acireale secondo appuntamento con il “Festival delle arti effimere”, in calendario l’ 8 e il 9 agosto.

Venerdì 31 luglio, conferenza stampa di presentazione de “La notte del Carnevale, presso“ Terrazza del Raciti Palace”, con le associazioni Coriandolata® di Acireale, “CultuArte” di Noto e “Inverdurata” di Pachino. Diverse le attività in programma.

“La bellezza è più forte della paura”. Un motto, anzi un hashtag formalizzato a Noto, durante la presentazione della prima tappa del “Festival delle arti effimere” che dal 17 al 19 luglio, ha riscosso un notevole successo di pubblico, proveniente da ogni parte della Sicilia e d’Italia, ammirando in maniera entusiasta le tre opere realizzate dalle associazioni “CulturArte” di NotoCoriandolata® di Acireale e “Inverdurata” di Pachino, seguendo il tema del barocco.

Dopo la tappa netina, il testimone passa adesso ad Acireale, con la seconda tappa dedicata alla “Notte del Carnevale” in programma tra sabato 8 e domenica 9 agosto. Una notte ricca di attività collaterali, che saranno illustrate in dettaglio nel corso della conferenza stampa indetta per venerdì 31 luglio alle ore 19 presso “Terrazza del Raciti Palace” in via Galatea, n 142, Acireale.

locandina-ACIREALE-FESTIVAL-ARTI-EFFIMERE-2020-768x960 (1)

Saranno presenti per l’occasione: On. Angela Foti, vice Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana; Avv. Gaetano Cundari, Presidente Fondazione Carnevale Acireale; Ing. Stefano Alì, Sindaco della città di Acireale; Don Roberto Fucile, Direttore Regionale della Pastorale del Turismo; Vicenta Pallarès, Presidente Coordinadora Internacional de Entidades de Alfombristas de Arte Efimero (collegamento Skype da Barcelona); Dott. Fabio Manciagli, Assessore al turismo e Cultura della Città di Acireale; Dott.ssa Giusi Solerte, Assessore Turismo della Città di Noto; Avv. Salvo Emanuele Leotta, Presidente Consulta della Cultura di Acireale; Massimiliano Trovato, Presidente Consulta dello Sport di Acireale; Dott. Guglielmo Paradiso, Presidente ProLoco di Acireale; Dott. Mario Russo, Presidente Confcommercio Acireale; Salvo Celeste, Presidente Cooperativa Etica Oqdany di Noto.

Concluderanno: Alosha, danzastorie di Sicilia; Marina Cannavò, Afrofestival; Laura Canavò, Guide Turistiche Catania.

Insieme a loro saranno presenti le tre associazioni protagoniste del Festival, che per la loro peculiare tecnica, sono state riconosciute al mondo come appartenenti alle “Arti effimere” da parte della Coordinadora Internacional de Entidades de Alfombristas.

I padroni di casa, l’associazione culturale Coriandolata®, rappresentata dal suo presidente Dario Liotta, che avrà il piacere di ospitare i presidenti dell’associazione “CulturArte” di Noto, Valentina Mammana e Sebastiano Capodicasa dell’associazione “Inverdurata” di Pachino.

Un’idea trasformatasi in progetto, per poi concretizzarsi nella realtà, grazie ad un finanziamento da parte dell’Assemblea Regionale Siciliana, e ad una rete instauratasi tra Enti e associazioni che credono nella possibile nascita di un sito che comprenda queste tre città, nelle quali la bellezza dei luoghi, architettonica, paesaggistica e altro, possa diventare motore per un incremento turistico.

Acireale con il suo Carnevale, proprio nella notte tra l’8 e il 9 agosto, si calerà in un’atmosfera magica, dove in piazza Duomo i maestri delle tre associazioni realizzeranno altrettante opere singolarmente, sul tema carnascialesco, usando il sale, coriandoli e sabbia vulcanica, ortaggi, frutta e legumi, unendo tutti questi elementi nella realizzazione di una quarta opera, omaggiando l’evento.

Un’occasione per i turisti di ammirare in estemporanea la realizzazione delle opere, ma anche i carri allegorici grotteschi dell’ultima edizione del “Carnevale di Acireale 2020” con esibizioni programmate sino alle 23.30. Per chi vuole approfittare di un momento dedicato allo shopping, i negozi del centro rimarranno aperti fino alla mezzanotte.

Una notte di inizio agosto, dove ci si può deliziare della città guardandola dall’alto dai campanili della Basilica Cattedrale e dalla Basilica Collegiata di San Sebastiano, fino alla mezzanotte, ammirando al contempo le bellezze artistiche all’interno delle due Basiliche, alle quali si aggiunge la Basilica Colleggiata dei Santi Apostoli Pietro e Paolo. Fino alla mezzanotte sarà possibile far visita al Museo delle Uniformi Storiche e al Museo dei pupi siciliani; per l’occasione è stato promosso un tour turistico del centro storico a cura delle Guide Turistiche Catania con partenza alle 18 e alle 20 dal palazzo del Turismo di via Ruggero VII; due tra gli itinerari più emozionanti che il territorio acese offre.

Nessun angolo della città viene escluso, in quanto l’arte abbraccia anche la musica, con l’esibizione del danzastorie siciliano “Alosha”, che dopo Noto, allieterà il pubblico di Acireale con lo spettacolo dal titolo “’Nzichitanza” sul sagrato della Basilica dei SS. Pietro e Paolo a cui seguirà l’esibizione a cura della compagnia “ Afrodanzando”, oltre a concerti musicali di street music, mentre la Villa Belvedere sarà protagonista della Silent Music, patrocinata dalla Città di Acireale e dalla Consulta della Cultura acese a cura dell’associazione “L’impulso”.

“La notte del Carnevale” darà spazio anche all’artigianato, con stand dislocati lungo il circuito che metteranno in esposizione prodotti di artigianato artistico. Altri stand invece saranno dedicati alla creazione in estemporanea di t-shirt siciliane a cura di “Meravigghia”, alla bottega della cartapesta e alle caricature dal vivo a cura dell’associazione culturale “Artefici”.

Le pasticcerie del centro inoltre, daranno dimostrazione della preparazione di dolci tipici.

Per chi vuole portare con sé un ricordo della serata in una foto con grafica personalizzata, può farlo grazie all’associazione culturale Artefici e il suo “Selfie Mirror”, allestito per l’occasione in piazza Duomo (angolo con via Ruggero Settimo), mentre per gli amanti delle auto e moto d’epoca, su Corso Umberto (tra piazza Garibaldi e piazza Indirizzo), esposizione a cura dell’”Associazione Siciliana Veicoli Storici”.

Alle ore 20.00 dell’otto agosto è prevista l’inaugurazione del Festival con il classico taglio del nastro. All’evento, presenziato dai sindaci delle Città di Acireale e Noto, seguirà la consegna della bandiera UNESCO, esposta nel palazzo cittadino netino, alla città acese come simbolo della volontà di tutto il Val di Noto ad accogliere Acireale.

In giro per le strade di Acireale anche Lorenzo Guslandi, campione mondiale di pattinaggio Freestyle che mostrerà al pubblico acese delle sue performance, accompagnato da atleti della Galatea Acireale. Il tutto organizzato dalla Consulta dello Sport acese.

Un programma denso da gustare in una notte a partire dalle 20 di sabato 8 agosto, che si aprirà con il taglio del nastro e con la consegna da parte del sindaco di Noto, Corrado Bonfanti della Bandiera dell’Unesco al sindaco di Acireale, Stefano Alì, a supporto della richiesta di inserimento della città nella Val di Noto.

Una seconda tappa quella di Acireale, che all’interno del “Festival delle Arti Effimere”, si frappone fra Noto e Marzamemi (Pachino), quest’ultima terza e ultima tappa in programma il 5 e 6 settembre, avente come tema “I colori di Sicilia”.

L’evento è finanziato dall’Assemblea Regionale Siciliane e patrocinato dalle città di Acireale, Noto e Pachino, dalle Diocesi di Acireale e Noto, dalla Fondazione Carnevale Acireale, dalla ProLoco Acireale, dalla Consulta della Cultura e Consulta dello sport di Acireale.

About The Author

Number of Entries : 70

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top