You Are Here: Home » Cronaca » Protezione Civile – Diramato lo stato di allerta meteo ad Acireale

Protezione Civile – Diramato lo stato di allerta meteo ad Acireale

 allerta meteo ad Acireale

Nota stampa comune Acireale

Diramato dalla protezione civile lo stato di allerta meteo sul territorio di Acireale per le prossime 24 ore. A renderlo noto il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo e l’assessore alla Protezione Civile Rory  Pietropaolo che hanno convocato una riunione di emergenza al Centro Operativo Misto della Protezione Civile.
Scattato subito il piano di emergenza vigente: infatti nella giornata odierna sono stati continuamente monitorati, dalla Polizia Municipale, dai Vigili del fuoco e dai volontari della Protezione Civile, i luoghi ritenuti più a rischio. Il torrente Lavinaio – Platani, in tarda mattinata, straripando si è riversato nelle strade della frazione di Capomulini,  sul posto si sono recati il sindaco e l’assessore alla protezione civile per verificare i danni e consultarsi con i residenti e ristoratori del posto. Il primo cittadino ha inoltre disposto l’immediato avvio dei lavori di messa in sicurezza del torrente già previsti da un progetto finanziato dai fondi comunitari ed in seguito ha dichiarato che verranno richiesti chiarimenti all’Anas sulla realizzazione del progetto della rotatoria sulla SS 114 all’altezza di Capo Mulini. Al momento la situazione è sotto controllo.
Altre emergenze si sono verificate in Viale  Cristoforo Colombo, via Piero Patti e via Provinciale per S. Maria Ammalati e in alcuni punti nevralgici del centro cittadino.

allerta meteo
– Invitiamo tutti i cittadini a limitare gli spostamenti fino alla serata di domani – dichiara il sindaco – e raccomandiamo a tutti la massima prudenza, soprattutto a chi risiede nei pressi del torrente Platani.

Per l’emergenza si invitano i cittadini a contattare i seguenti numeri:

Uff. Protezione Civile 095 895616 – 095 895622 – 320 4357014 – 320 4357009

Sindaco 329 3545900  

About The Author

Number of Entries : 42

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top