You Are Here: Home » Eventi » Acireale: II Sagra della Rosetta con la Mortadella a San Cosmo il 31 agosto

Acireale: II Sagra della Rosetta con la Mortadella a San Cosmo il 31 agosto

Al via la seconda edizione dell’evento di solidarietà e inclusione che – sabato 31 agosto, con l’apertura dei festeggiamenti dei Santi Cosma e Damiano – anima Acireale, rivaluta la frazione di San Cosmo, permette all’intera Città di visitare e conoscere la comunità parrocchiale, guidata dal reverendo don Salvatore Cassaniti, in un momento di festa per grandi e piccini.

158d762f-09f2-4039-9f71-4ab17bffc9e8

Sapori genuini, performance artistiche, arte e artigianato, animazione e laboratori per i più piccoli, divertimento e, soprattutto, voglia di festeggiare insieme, il tutto all’insegna della solidarietà e dell’inclusione.
Dopo il successo ottenuto l’anno precedente, l’associazione culturale Santi Cosma e Damiano, presieduta dal reverendo don Salvatore Cassaniti, organizza sabato 31 agosto la II Sagra della Rosetta con la Mortadella che apre così i festeggiamenti in onore dei Santi Cosma e Damiano.
La sagra è organizzata in collaborazione con Pro Loco Acireale, CSVE Centro Servizi Volontariato Etneo, Nuova Galatea, Fratres Acireale, Fraternità Misericordia di Acireale, salumeria Lo Stuzzichino.

L’evento – nato per raccogliere donazioni in grado di sostenere le attività parrocchiali – verrà presentato alla Stampa nei locali della parrocchia venerdì 30 agosto alle ore 11.00.
Saranno presenti in conferenza stampa: l’assessore al Turismo, Fabio Manciagli; il reverendo don Salvatore Cassaniti, Raimondo Vecchio, Giovanni Pulvirenti, Isidoro Raciti, Mario Cannavò, Orazio Urso, Michele Grasso, Salvatore Di Mauro dell’associazione Santi Cosma e Damiano; il presidente della Pro Loco Acireale, Guglielmo Paradiso; il presidente del CSVE, Salvo Raffa; il presidente dell’associazione Nuova Galatea, Alessandro Coco; il presidente della Fratres Acireale, Gabriele Sorace; il presidente della Fraternità Misericordia di Acireale, Sebastiano Leonardi; Davide Musumeci titolare de Lo Stuzzichino.

Il programma del 31 agosto

Il programma di quest’anno è davvero ricco di attività; tante le adesioni di associazioni, artisti e artigiani che realizzeranno alla sagra mostre, esibizioni ed estemporanee.
Sabato 31 agosto, la Sagra animerà gli spazi della parrocchia in via provinciale per Santa Maria Ammalati 155; si inizia già alle 17.30 con l’inaugurazione, taglio del nastro ed esibizione della The Folk Street Band.
Tantissimi gli stand presenti per la gioia di grandi e piccini: mostra fotografica a cura dell’ass. Impulso, mostra d’arte e dimostrazione di face painting dell’ass. Switch On Art, piccola esposizione dei carri in miniatura della Fondazione Carnevale Acireale, esposizione di Harley Davidson, estemporanea ed esposizione di tegole decorate a cura di Francesco Bella, mostra di presepi realizzati dal Maestro Rosario Sciuto, presentazione delle attività dell’associazione Amici delle Missioni che svolge attività di volontariato in Africa, esposizione di veicoli d’epoca, mercatino solidale e prodotti tipici, laboratorio di cartapesta a cura di Laura Laudani, laboratorio d’arte a cura dell’ass. Coriandolata, animazione per bambini della Giocanimazione, laboratorio di lavorazione dell’argilla dell’ass. MSM con l’artista Sebastiano Arcidiacono, estemporanea di cartapesta e infioratura a cura dell’ass. Riolo, dimostrazione primo soccorso a cura della Fraternità Misericordia, campagna di sensibilizzazione sulla donazione del sangue a opera della Fratres Acireale, creazioni handmade dell’ass. Pane, amore e tulipani, esibizioni e campo di equitazione a cura dell’ass. Cavalcuore; all’evento, sarà possibile effettuare in promozione il tesseramento alla Pro Loco Acireale e scoprire i vantaggi riservati ai soci dell’UNPLI Unione Nazionale Pro Loco. Inoltre, sarà presente la scrittrice acese Germana Ferlito che spiegherà come poter pubblicare in crowdfunding con Book a Book e presenterà in anteprima il suo libro Bucolica.
Alle ore 19.00, sarà la volta degli spettacoli; si inizia con l’Istituto Comprensivo Fuccio La Spina che porterà in scena, sul palco del teatro parrocchiale, la Turandot.
Alle 20.00, si esibiranno i ragazzi della cooperativa Oasi della crescita, mentre alle 20.30 aprirà il fulcro della festa: lo stand della Rosetta con la Mortadella
Alle 21.00, esibizione di Danza a cura del Funny Club di Piedimonte Etneo.
Alle ore 23.00, gran finale con Fuochi d’artificio a effetto teatrale a cura di Pirotecnica TS.
Inoltre, durante la serata condotta da Salvo Scuderi e Roberto Raciti, le associazioni che prendono parte all’evento presenteranno progetti e attività a favore del territorio negli ambiti sociale, culturale e turistico.

Dichiarazioni degli organizzatori

All’interno di un quartiere che offre veramente poco ai giovani e che – talvolta esageratamente – viene solo menzionato per la sua cattiva fama, la parrocchia dei Santi Cosma e Damiano – oltre alla cura pastorale – svolge un ruolo sociale, educativo e culturale rilevante. Numerose sono le attività di volontariato quali la distribuzione mensile di alimenti e vestiti per i bisognosi, o ludiche quali il grest estivo; la parrocchia, inoltre, è dotata di campo di calcio, bambinopoli, aree verdi, teatro, tavoli da calcetto balilla, biblioteca e sala attrezzata con cucine professionali.
Come spiega il parroco, don Salvatore Cassaniti: «la sagra è nata nel 2018 per raccogliere offerte per la realizzazione della festa dei santi che si svolge ogni fine di settembre. L’anno scorso abbiamo ottenuto una notevole partecipazione, così – per questa seconda edizione – abbiamo voluto ingrandire: oltre alle esibizioni, saranno presenti stand che partecipano a livello volontario: laboratori, mostre ed estemporanee di artigianato e, addirittura, sarà presente un piccolo campo di equitazione che farà la gioia dei più piccoli; tutto ciò assume non solo il carattere di raccolta fondi, ma l’apertura dei festeggiamenti in onore dei santi titolari della parrocchia». «Lo scopo» – continua don Salvatore – «è quello di creare un momento di aggregazione per questa frazione che, ad Acireale, è spesso malvista. Invece, proprio in questa zona siamo riusciti, per ben due anni consecutivi, a organizzare un evento che diviene significativo per tutta Acireale. Possiamo affermare e dimostrare, quindi, che la nostra comunità è capace di organizzare qualcosa di bello e grande, capace di aggregare in festa l’intera Città, città al quale far conoscere la parrocchia, le sue attività e servizi, così da rivalutare questa zona».

Raimondo Vecchio, consigliere dell’associazione Santi Cosma e Damiano, sottolinea: «la sagra quest’anno è stata sviluppata sui temi della solidarietà, non solo per ciò che concerne le attività parrocchiali della nostra comunità, e dell’inclusione. Tra le tante associazioni di volontariato che partecipano all’evento, ospiteremo anche l’associazione Amici delle Missioni che svolge attività di volontariato in Africa. Inoltre, ci sono ben due associazioni di “ragazzi speciali”, i quali avranno una parte attiva all’interno della festa, così da mostrare a tutti le loro capacità: l’Oasi della crescita che ci regalerà una esibizione nel teatro della parrocchia, e Pane, Amore e tulipani con il loro stand di creazioni fatte a mano.

«È stato davvero un piacere» – dice il presidente della Pro Loco Acireale, Guglielmo Paradiso – «dare il nostro contributo a questo evento e far parte di questa meravigliosa squadra, perché rivalutare le frazioni è un impegno che ci siamo prefissati fin dall’inizio; per riuscire nell’intento, crediamo sia fondamentale la cooperazione e fare rete con chi, da anni, opera già sul territorio. Questa collaborazione, ci ha permesso di frequentare una realtà che prima non conoscevamo, la Parrocchia Santi Cosma e Damiano, una realtà piena di potenzialità che rappresenta la chiave di volta per la rivalutazione di una zona periferica come quella di San Cosmo; la parrocchia – per servizi, attività e risorse umane – ha tanto da offrire, tanto ai parrocchiani quanto all’intera Città. L’evento travalica l’intento della promozione del prodotto tipico, solitamente scopo primario di ogni sagra; si prefigge, invece, scopi filantropici e di riscatto sociale, offrendo un momento comunitario di festa, fondamentale per il superamento dei tanti pregiudizi che, spesso esageratamente e a torto, nuocciono alle periferie acesi».

Il presidente dell’associazione Nuova Galatea e consigliere comunale Alessandro Coco dichiara: «Una bella iniziativa, che descrive bene una delle caratteristiche più belle della nostra Italia: il grande attivismo delle comunità parrocchiali, una grande ricchezza per i territori. San Cosmo è un quartiere che può dare tanto ad Acireale, una scommessa vincente per il futuro di questa Città».

Il presidente del CSVE, Salvo Raffa dichiara: «Con piacere abbiamo contribuito a sostenere questa attività promossa dalla parrocchia attraverso alcuni Stand che sono stati messi a disposizione per lo svolgimento dell’iniziativa. Con piacere riteniamo che ogni attività che metta in campo voglia di fare e soprattutto azione di coinvolgimento sociale – specie in un quartiere di periferia, come quello di San Cosmo – sia da accompagnare e sostenere.
Credo che sia nostro compito istituzionale incoraggiare ed aiutare l’azione meritoria di tanti volontari che contribuiscono alla giusta causa, affinché tutte le difficoltà organizzative, che certamente non sono poche, possano essere in qualche modo superate. Complimenti a chi crede che, attraverso questi momenti di socializzazione, si possa provare a ottenere il riscatto di un territorio che vive la difficoltà della periferia e attraverso la comunità, il volontariato e, soprattutto, la rete di attori sociali che in questa iniziativa si sono ritrovati insieme, riescono a dare ancora speranza, specie dove non arrivano le nostre istituzioni».

«Siamo lieti di partecipare alla 2° Sagra della Rosetta con la Mortadella» – dice il titolare de Lo Stuzzichino, Davide Musumeci – «L’ evento è un’ottima occasione per far conoscere prodotti d’eccellenza e per lo sviluppo del quartiere di San Cosmo. Ringraziamo gli organizzatori, in particolare Raimondo Vecchio, per averci dato la possibilità di far parte di questa bella iniziativa».

About The Author

Number of Entries : 62

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top