You Are Here: Home » Cultura » Grazie Morgantina!

Grazie Morgantina!

grazie_morgantina

di Filippo Minacapilli – Tra Mito e Storia, Morgantina è stato teatro di due magnifiche serate, il 2 e il 3 agosto, che hanno coinvolto i moltissimi “ospiti” del luogo e “forestieri” in un crescendo di assaggi culturali e di emozioni “vibranti”.

I pensatori presocratici hanno dato il meglio di sé, intrattenendo gli ascoltatori sul tema dell’archè o principio di tutte le cose. E così Talete, Anassimene, Anassimandro, Eraclito e il nostro Empedocle con un po’ di civetteria,  che ai “grandi” è concesso, hanno magistralmente osato stilettare attraverso la voce dei bravissimi attori non professionisti, deliziando i “forestieri”, con argomentazioni a sostegno ora dell’acqua, dell’aria, ora del fuoco o della terra.

grazie_morgantina_

Tema interessante che ha suscitato apprezzamenti unanimi e un pizzico di “invidia” per come l’Archeoclub di Aidone con la sua Presidente Alessandra Mirabella e il gruppo di collaboratori sia riuscita a rendere “facile” e piacevole un tema che di fatto è complesso. Da anni ormai l’Archeoclub porta sulla scena, nel contesto naturale del sito archeologico di Morgantina, rappresentazioni sulla vita sociale e culturale dell’antica Grecia che vedono coinvolti numerosissimi attori-figuranti, quasi tutti aidonesi, contribuendo cosi alla diffusione della cultura in chiave autenticamente democratica e democratizzante.

Il prof. Riccardo Allegra ha interpretato così l’animo dei “forestieri” ospiti, «ho trascorso una bellissima serata, immerso nell’ incanto dell’agorà di Morgantina e dei suoi edifici pubblici. Proprio quando il sole volgeva al suo tramonto e la sua luce rendeva ancora più affascinante e magico tutto il paesaggio, è iniziato il viaggio , seguendo un raggio di luce, alla ricerca dell’archè cosmologico  che io, credo, di avere ritrovato alla fine , nella “grande bellezza” del luogo».

«Tutto ciò» – continua il prof. Allegra – «è stato possibile grazie agli uomini , alle donne, ai giovani, agli anziani di Aidone, che trasformatisi in dee, filosofi , ancelle ….., con la loro partecipazione entusiastica volontaria e gratuita , non solo hanno contribuito a fare rivivere i miti e la storia di Morgantina, ma hanno, altresì, rinsaldato i vincoli di una comunità, quella aidonese, che, orgogliosa del suo straordinario patrimonio culturale, vuole difenderlo, ma nello stesso tempo farlo conoscere e apprezzare nelle comunità nazionali e internazionali. Un grande plauso, quindi Archeoclub di Aidone per l’organizzazione della serata e per tutte quelle attività che vorrà mettere in essere per fare conoscere e amare questo sito che, giustamente, Paolo Orsi definiva la Pompei siciliana».

L’evento ha offerto deliziosi momenti di vita quotidiana con animazioni nelle stanze del macellum, mercanti, artigiani, compratori, espositori hanno offerto delle “chicche” simboliche gradevoli cui i molti presenti si sono per pochi minuti immersi con la mente e con lo spirito.

Magico e suggestivo il Simposio a chiusura tenuto nell’Ekklesiasterion, occasione per una vis polemica di natura politica finalizzata alla sacra pretesa dell’intoccabilità dei tesori di Morgantina contro i tentativi esterni di scippo, tutt’ora aleggianti! Il canto corale finale nella sua suggestiva e solenne espressione ha toccato le corde emotive del pubblico non più “forestiero” ma cittadino, ciascuno, di Morgantina.

Corali gli applausi all’ Archeoclub di Aidone e alla Presidente, al regista Calogero Matina, agli attori, ai ragazzini che hanno dato saggio di vera bravura che hanno trasmesso  a tutti il desiderio di ritornare nei luoghi magici di Morgantina per le future e immancabili nuove rappresentazioni.

grazie_morgantina_1

About The Author

Number of Entries : 604

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top