You Are Here: Home » Attualità » Carnevale Acireale 2019: weekend trionfale

Carnevale Acireale 2019: weekend trionfale

Da anni non si vedeva una tale moltitudine di persone riempire nel weekend “letteralmente” la Città. E già si parla di record di presenze ad Acireale dove, ricordiamo, da quest’anno, l’esibizione è a pagamento per i non residenti. E anche lunedì 4 l’entusiasmo pare non scemare, in attesa del gran finale del 5 marzo.

di Marcella Bottino Sbaratta

carnevale acireale 2019: weekend trionfale

Da anni non si vedeva una tale moltitudine di persone riempire nel weekend “letteralmente” la Città. E già si parla di record di presenze ad Acireale dove, ricordiamo, da quest’anno, l’ingresso al circuito, nel quale si esibiscono i carri e artisti, è a pagamento per i non residenti.

Il presidente della Fondazione Carnevale di Acireale, Orazio Fazzio, dichiara riguardo al trionfo: «Diverse migliaia di persone, provenienti da tutta la Sicilia e non solo, hanno scelto Acireale ed il suo Carnevale in questa domenica destinata a passare alla storia dal punto di vista delle presenze».

E se la domenica è stata strabiliante, al di là di ogni aspettativa, e a dimostrarlo sono i tanti commenti positivi di tantissimi visitatori sui social network, anche il giorno precedente, sabato 2 marzo, complice il concerto di Renzo Arbore e dell’Orchestra Italiana, ad Acireale si è registrata la folla delle grandi occasioni.

E si è continuato a ballare anche lunedì 4 marzo per le strade di Acireale, in attesa del gran finale di Martedì.

Sembrerebbe che la Fondazione Carnevale di Acireale, anche se non dovesse raggiungere la stima data nelle prime proiezioni  – proiezioni che non riguardavano, come erroneamente qualcuno sostiene, la cifra a garanzia dei costi ma la stima sull’ipotetico massimo profitto ricavabile – dimostrerà di aver avuto ragione fin dall’inizio con l’introduzione del ticket, superando comunque il break even point, ovvero il punto di pareggio.

Sabato 2 Marzo

La serata di sabato due marzo può essere riassunta così, magnificente sfilata di carri e gruppi mascherati e più di due ore di concerto con un crescendo di partecipazione e di applausi, migliaia e migliaia di ragazzi, adulti e anziani a cantare e ballare le canzoni più belle e popolari della musica italiana.

Carnevale Acireale 2019: weekend trionfale

Il concerto di Renzo Arbore, l’appuntamento maggiormente atteso del Carnevale di Acireale, è stato un vero successo.

Arbore e la sua Orchestra Italiana hanno spaziato da canzoni classiche del repertorio
napoletano (‘O surdato ‘nnamorato, Malafemmina, Comme facette mammeta, Dicitencello vuje) a intramontabili testi della musica leggera (Piove, Ciao ciao bambina), fino agli intramontabili stornelli delle sue trasmissioni televisive (Il clarinetto, Vengo dopo il tiggì, Ma la notte no, Cacao meravigliao).

Il presidente Orazio Fazzio e il direttore artistico Giulio Vasta, riguardo alla serata del sabato e alla straordinaria partecipazione, hanno commentanto: «anche
sabato sera una partecipazione incredibile di migliaia di persone provenienti da diverse province, venute per essere spettatori e protagonisti di un grande spettacolo, dalla sfilata dei carri al concerto in piazza».

Renzo Arbore, prima del concerto è stato ospite nei locali della Fondazione Carnevale di Acireale dove ha voluto, dopo la conferenza stampa, visitare il Museo del Carnevale il cui direttore artistico è Arcangela Trimarchi.

Renzo Arbore ha dichiarato «Anche in questa sede prestigiosa rilancio la mia idea di sostenere la proposta di riconoscere la canzone napoletana d’autore, e italiana in genere, come patrimonio mondiale dell’umanità. Un riconoscimento che riguarda anche la Sicilia che nella storia della musica mondiale riveste un ruolo importante, dal jazz al folk, da Nick La Rocca a Francesco Cafiso, che già a 14 anni era un artista incredibile, a Rosa Balistreri»

«Sono felice di poter cantare nella serata più importante del Carnevale di Acireale famoso in tutto il mondo» – «ha concluso Arbore – «Vuol dire che io e l’Orchestra Italiana, venti anni di attività e oltre 1.500 concerti in tutto il mondo, siamo ancora in grado di divertire e divertirci».

Domenica 3 Marzo

Domenica 3 marzo, un vero trionfo; pubblico entusiasta per le sfilate dei carri allegorico-grotteschi, dei gruppi mascherati e delle bande musicali internazionali, il tutto impreziosito dalla partecipazione del carro infiorato vincitore della scorsa edizione della Festa dei fiori.

I parcheggi affollati e persino la tanto criticata tribuna ha riscosso successo di vendita mantenendosi sempre piena.

In serata l’esibizione del gruppo The Kolors, è stato seguito da migliaia di persone, in prevalenza di giovani venuti per ascoltare l’esibizione dei loro beniamini.

Lunedì 4 marzo

Ad Acireale, la folla sembra non sia mai sazia di ballare, nonostante la stanchezza del weekend; E così, complice anche l’ingresso gratuito, tante persone hanno comunque affollato dalle 16.00, lungo il circuito per assistere alla giornata storica dei fiori con retrospettive varie e dalle 20.00 tantissimi giovani si sono riversati in piazza Duomo per ballare al “Carnival beat festival” dove al dj contest di talenti emergenti  si è si è esibito il celebre dj Angemi. Il numero di presenze è equiparabile a quello del giovedì grasso e le strade di Acireale sono tornate nuovamente vive e piene di gioia.

Martedì 5 Marzo

Cresce l’attesa, per il gran finale  di martedì 5 marzo. Già delle 10.00 del mattino sarà possibile ammirare le opere dei carristi acesi sin dalle 10.00 del mattino; alle 15,30 il via alla sfilata con il meglio del Carnevale e, poi, alle 21.00, sul palco di piazza Duomo, l’esibizione di Jerry Calà. A seguire la premiazione dei vari concorsi che precederà il rogo di Re Burlone.

About The Author

Number of Entries : 508

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top