You Are Here: Home » Attualità » Carnevale Acireale 2019: i premiati e il gran finale

Carnevale Acireale 2019: i premiati e il gran finale

Un’edizione da numeri record quella del Carnevale di Acireale 2019 su cui Martedì 5 marzo è calato il sipario. In una piazza Duomo più affollata di altri anni, complice il concerto di Jerry Calà, è avvenuta la premiazione. Si aggiudicano il primo premio l’associazione Principato per la categoria A, e il cantiere Mario Scan per la categoria B.

di Marcella Bottino Sbaratta

Carnevale Acireale 2019: i premiati

Cala il sipario sul Carnevale di Acireale 2019, un successo che è andato oltre ogni più rosea previsione.

Infatti, né le polemiche strumentali né il ticket di ingresso, hanno minimamente intaccato la trionfale riuscita della manifestazione.

Il merito va alla poderosa macchina organizzativa di questa ancor giovane Fondazione Carnevale di Acireale che, con le novità apportate, è riuscita a far ripartire alla grande uno dei più belli carnevali d’Italia.

Negli ultimi anni il Carnevale di Acireale sembrava mostrare segni di stanchezza e, a tenerlo in vita, sono riusciti fino ad oggi solo i maestri carristi, con la maestosità delle loro creazioni in carton romano.

Quest’anno, la bravura dei nostri artigiani e dei loro carri allegorico-grotteschi d’eccellenza, la sfilata coordinata con i gruppi mascherati, un ricco calendario di eventi con artisti di alto livello in grado di soddisfare diverse fasce d’età, l’introduzione del palco al coperto e della tribunetta hanno reso indimenticabile l’edizione del 2019 che, a quanto pare, ha registrato in Città un nuovo record per ciò che concerne l’affluenza di visitatori.

Il gran finale in una Piazza Duomo, gremita di pubblico per l’esibizione di Jerry Calà, ha reso l’attesa della premiazione ancor più suggestiva e ricca di emozioni.

La giuria infine ha fatto salire in cima al podio per la categoria A il carro Pensavo fosse amore…invece, realizzato dall’Associazione Principato, mentre per la categoria B  il carro Orientiamo dell’Associazione culturale cantiere Mario Scan.

I carri, come è ben noto, spesso divertono con le loro forme grottesche, eppure esprimono allegoricamente problemi serissimi, fatti di cronaca e di attualità. Il tema dell’opera vincitrice creata dal cantiere Principato è quello della violenza sulle donne, invece a ispirare l’opera del cantiere Mario Scan è stata la diffusione delle culture Orientali nel nostro Paese con le quali è possibile affrontare la vita diversamente.

Una scelta difficile quella della giuria, visto che tutti i carri in concorso con la loro imponente bellezza possono definirsi degli autentici capolavori.

Classica categoria A

1° posto “Pensavo fosse amore…invece” dell’Associazione culturale Principato;

2° posto “Quarant’anni e non sertirli” dell’Associazione culturale Ardizzone;

3° posto “SOS Amazzonia”dell’Associazione Culturale Principato Mario;

4° posto “Non c’è più niente che ci lega” dell’Associazione Culturale Scalia-Fichera;

5° posto “Il caro estinto” dell’Associazione Culturale Messina.

Classifica categoria B

1° posto “Orientiamo” dell’Associazione Culturale Mario Scan;

2° posto “Elimi Siculi e sicani” dell’Associazione Culturale MSM;

3° posto “Il paese dei balocchi” dell’Associazione Culturale Coco;

4° posto  “Italia Boom” del cantiere Gapass.

Dichiarazioni in merito al Carnevale 2019

«I bilanci li tireremo nei prossimi giorni» – ha affermato il presidente della Fondazione Carnevale, Orazio Fazzio – «ma già siamo in grado di potere definire un successo l’intero evento e, sotto questo aspetto, vanno riconosciuti i giusti meriti al Consiglio di amministrazione della Fondazione e a quanti hanno creduto nel progetto, prestando la loro preziosa collaborazione e, dunque, adoperandosi per la buona riuscita della manifestazione».

Il direttore artistico, Giulio Vasta ha dichiarato: «La straordinaria partecipazione di pubblico ha fornito la conferma che il cosiddetto “Club degli scettici” è stato sconfitto. Purtroppo, è facile imbattersi in coloro che non muovono un dito e, comunque, ritengono di potere esprimere giudizi non suffragati da dati concreti. Si rassegnino, perché questa edizione del Carnevale è già passata alla storia».

«E’ stato un successo per tutta la città di Acireale. Il merito è dei nostri maestri carristi che hanno realizzato delle vere e proprie opere d’arte» – ha  detto felice il sindaco Alì – «Abbiamo ottenuto degli ottimi riscontri da parte dei moltissimi turisti e questo grazie alla perfetta organizzazione messa a punto dalla fondazione che ha allestito un programma di grande livello capace di attirare il pubblico di tute le fasce di età».

 

 

 

About The Author

Number of Entries : 47

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top