You Are Here: Home » Politica » Acireale, presentata la tredicesima edizione di “Villa Pennisi in musica” Ennesimo capolavoro firmato dal maestro David Romano e dal suo staff

Acireale, presentata la tredicesima edizione di “Villa Pennisi in musica” Ennesimo capolavoro firmato dal maestro David Romano e dal suo staff

di Roberta Spinella

VILLA PENNISI IN MUSICA 2021

AL VIA LA KERMESSE DI GRANDE MUSICA INTERNAZIONALE CHE SI SVOLGERÀ IN ALCUNI DEI LUOGHI PIÙ SIMBOLICI DELLA CITTÀ DI ACIREALE PER POI SPOSTARSI NELL’INCANTEVOLE CORNICE DI VILLA PENNISI

vpm oggiLaboratori, masterclass, design e la grande musica internazionale del Festival Villa Pennisi in Musica, giunto alla sua tredicesima edizione, ai nastri di partenza lunedì 1° agosto ore 21, presso la Basilica di San Sebastiano, con il Duo Musmeci, per il concerto di quella che sarà l’anteprima del festival nei luoghi più caratteristici della città durante tutta la settimana. Il duo, composto da Niccolò Musmeci (violino) e Allegra Ciancio (pianoforte) affronterà un programma significativo con l’esecuzione della Sonata per violino e pianoforte n. 8 in sol maggiore, op. 30 di Beethoven, la Sonata per violino e pianoforte n. 3 in do minore op. 45 di Grieg e completerà il mosaico con la Sonata per violino e pianoforte in re minore, opera di rara esecuzione del violoncellista e compositore spagnolo Gaspar Cassadò.

Villa Pennisi in Musica

Per il secondo appuntamento, martedì 2 agosto ore 21, sempre presso la Basilica di San Sebastiano, l’ensemble composto da Nicola Possenti (pianoforte), Elisabetta Paolini (violino), Camila Sanchez (viola), Luigi Visco (violoncello) e Matteo Tiberti (contrabbasso), eseguirà una delle opere più rappresentative di tutto il repertorio cameristico: il Quintetto per pianoforte in la maggiore “Forellen-quintett” (La trota) di Franz Schubert. L’opera venne composta nel 1819 e rappresenta l’unico quintetto dell’intera produzione schuberiana.

VP - 2

Mercoledì 3 agosto ore 21, la grande musica francese sarà protagonista del concerto presso la Basilica di San Sebastiano con il duo Canalicchio Pavoncello e Giuseppe Torrisi. Il duo, composto da Matteo Canalicchio (pianoforte) e Elena Pavoncello (violino), sarà impegnato nell’esecuzione della Sonata per violino e pianoforte di Debussy e della Sonata per violino e pianoforte di Paulenc. Il programma si completa con lo Scherzo n 1 op 20, lo Scherzo n 2 op 31 e lo Scherzo n3 op 39 di Chopin eseguiti da Giuseppe Torrisi.

Giovedì 4 agosto ore 21 ci si sposta nella Chiesa di Santa Tecla per il concerto del Divki Trio. Il trio, composto da Sofia Bandini (violino) Francesca Vanoncini (violino) e Camila Sanchez (viola), sarà impegnato nell’esecuzione del Terzetto in do maggiore op. 74 di Dvorák, opera dal gentile lirismo, accosta in programma la Serenade in sol maggiore op. 141a del compositore tedesco Max Roger.

Venerdì 5 agosto ore 21 si ritorna alla Basilica di San Sebastiano per un concerto speciale che vedrà protagonisti Stefano Rizzato e il Quintetto Sostakovic. Il quintetto, composto da Adriano Leonardo Scapicchi (pianoforte), Sofia Bandini (violino), Maddalena Fogacci Celi (violino), Matteo Introna (viola) e Alessio Pianelli (violoncello), sarà impegnato nell’esecuzione della Polacca in fa diesis minore, Op. 44, opera sperimentale composta nel 1841 da Chopin, e del Quintetto in sol minore per pianoforte e archi, op. 57 di Shostakovich. Il concerto si completa con la Sonata in do maggiore, op. 2 n. 3 di Beethoven eseguita dal pianista Stefano Rizzato.

Sabato 6 agosto ore 21, la musica da camera incontra la natura e gli odori di Sicilia per un concerto speciale del Dviki Trio nei Vigneti Primaterra presso Contrada Sciarnuova. Il trio, composto da Sofia Bandini (violino) Francesca Vanoncini (violino) e Camila Sanchez (viola), sarà impegnato nell’esecuzione del Terzetto in do maggiore op. 74 di Dvorák, opera dal gentile lirismo, accosta in programma la Serenade in sol maggiore op. 141a del compositore tedesco Max Roger.

Domenica 7 agosto ore 21, l’ultimo concerto “fuori le mura” prima che la rassegna si sposti a Villa Pennisi. Il pianista Francesco Bravi sarà protagonista del recital dedicato a Leopold Godowsky presso la Basilica Cattedrale Maria SS Annunziata. Del compositore statunitense naturalizzato russo, verrà eseguita una delle sue composizioni più celebri: Java Suite (Phonoramas. Tonal Journeys for the Piano), suite in dieci movimenti, influenzata dallo stile Gamelan delle popolazioni indonesiane, ispirata dai suoi numerosi viaggi alla scoperta del mondo e delle culture.

I concerti in città sono avallati dalla preziosa collaborazione con Avos Project Scuola Internazionale di Musica, scuola internazionale di alto perfezionamento.

Acireale, 08 08 19 Villa Pennisi in Musica Opening Gala Concert Histoire du Soldat Photo credits: Flavio Ianniello

Acireale, 08 08 19
Villa Pennisi in Musica
Opening Gala Concert
Histoire du Soldat
Photo credits: Flavio Ianniello

 

 

VILLA PENNISI IN MUSICA 2021

 

 

MUSICA SENZA FRONTIERE: BEATRICE RANA, ALESSANDRO CARBONARE, IL SESTETTO STRADIVARI E LE NOTE DI ASTOR PIAZZOLLA PER LA XIII EDIZIONE DEL FESTIVAL

 

NUOVA PRODUZIONE IN PRIMA ASSOLUTA L’ospite B” IN CUI LA MUSICA DI EZIO BOSSO DIALOGHERÀ CON LA PROSA DI SAMUEL BACKETT E LA PERFORMANCE DELLA COMPAGNIA TEATRALE “I PESCI”

 

A questo link trovate il video teaser del Festival

 

 

Nell’incantevole cornice di Acireale, dal 1° al 13 agosto, ritorna Villa Pennisi in Musica, un festival singolare e unico in Italia ed Europa, che coniuga grande musica, architettura, design e eco-sostenibilità. Giunti alla tredicesima edizione, sotto la guida del Direttore Artistico David Romano, il festival ospiterà nomi eccellenti della musica come Beatrice Rana, Massimo Spada, Mario Montore, Alessandro Carbonare, Alessio Pianelli, il Sestetto Stradivari, storica presenza del festival, e tanti altri. Tra teatro e musica, una nuova produzione in prima assoluta, “L’Ospite B” con musiche di Ezio Bosso su testo di Samuel Beckett, e grande chiusura con l’omaggio al compositore argentino, Astor Piazzolla, in occasione del centenario della sua nascita.

Oltre al meglio della musica cameristica, l’evento ospiterà la Summer School per musicisti, designer e architetti che collaboreranno insieme ai docenti alla costruzione della ReS (Resonant String shell), manufatto temporaneo in legno per la musica e lo spettacolo all’aperto, costruito durante i giorni del festival, arredato e illuminato, progetto vincitore del prestigioso Peter Lord Award 2015. La kermesse nasce tredici anni fa grazie alla generosità della Famiglia Pennisi che, ogni anno mette a disposizione i meravigliosi spazi della casa che fu del grande compositore Francesco Pennisi. Acireale durante le due settimane di Festival si trasforma in un vero “cantiere musicale” che unisce una scuola di perfezionamento, nella quale sono affrontati tutti gli aspetti relativi alla formazione di professionisti della musica dal vivo e dell’architettura, ad un Festival di Musica denso di eventi, tutti ad ingresso gratuito, dove si abbattono i limiti di genere aprendo un canale di comunicazione tra il pubblico della “classica” e quello della musica popolare, con grandi ospiti della scena internazionale. Confermata, anche quest’anno, la partnership con le Cantine Primaterra, AIS Catania e, a queste si aggiunge, quella con l’azienda siciliana Petrol Company, che condivide e supporta la mission culturale e lo spirito del festival.

 

 

IL FESTIVAL

Il ricco cartellone di eventi è divisivo in due parti, la prima, dal 1° al 7 agosto, sarà itinerante in alcuni dei luoghi più suggestivi della città di Acireale: Piazza del Duomo la Cattedrale, la Basilica di San Sebastiano, la Chiesa di Santa Tecla e Primaterra Contrada Sciaranuova. I concerti in città sono affidati agli studenti dei corsi di Villa Pennisi in Musica e, grazie alla collaborazione con Avos Project Scuola Internazionale di Musica, scuola internazionale di alto perfezionamento, sul palco saliranno alcuni dei giovani musicisti e promesse della scena musicale internazionale per eseguire musiche di Godowsky, Beethoven, Poulenc, Cassadò, Debussy, Chopin e capolavori come La Trota di Franz Schubert, il Quintetto di Šostakóvič, il Terzetto di Dvořák.

 

La seconda parte del Festival si sposta nel meraviglioso giardino di Villa Pennisi, dall’8 al 13 agosto, dove sarà la musica di Brahms a farla da padrona, non senza le incursioni di Čajkovskij, Rachmaninov, Debussy, Beethoven e Piazzolla, nel centenario della sua nascita.

Domenica 8 agosto l’Opening Concert Gala sarà affidato al Sestetto Stradivari, raffinato ensemble presente nei cartelloni concertistici dei più importanti teatri internazionali e presenza stabile del Festival, con un programma dedicato a Brahms e Čajkovskij. Lunedì 9 agosto, sul palco ReS, saliranno Beatrice Rana, tra le più acclamate pianiste della sua generazione, Massimo Spada, Andrea Obiso, David Romano e Alessio Pianelli, al suo esordio al Festival, per eseguire musiche di Rachmaninov, Debussy, Stravinsky e Ravel. Il 10 agosto, il pianista Mario Montore e il violinista Andrea Obiso, giovane concertista dal respiro internazionale e primo violino dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, saranno i protagonisti del concerto dedicato a Beethoven, Schubert e Brahms. Mercoledì 11 agosto, l’ensemble composto da Alessandro Carbonare, Mario Montore, David Romano e Diego Romano, sarà protagonista di “nessuna nota superflua”, con un programma interamente dedicato alle architetture musicali di Brahms. Giovedì 12 agosto sarà la volta de L’ospite B”, pantomima per tre attori e quartetto d’archi. Si tratta di un “esperimento” performativo volto a un dialogo senza parole tra due opere: Atto senza parole II”, di Samuel Beckett, e “Music for the Lodger”, di Ezio Bosso. La produzione, realizzata da Villa Pennisi in Musica e la compagnia teatrale “I Pesci”, vedrà sul palco i musicisti David Romano, Ruggiero Sregola, Raffaele Mallozzi e Diego Romano, e gli attori Mario De Masi, Alessandro Gioia, Fiorenzo Madonna. Inoltre, il disegno luci è affidato a Samuele Stirano. All’evento sarà presente Tommaso Bosso che riceverà una targa dal Comune di Acireale, città di cui suo zio Ezio era cittadino onorario. Il concerto conclusivo del Festival, venerdì 13 agosto, sarà un omaggio al genio di Astor Piazzolla, con Mario Montore, David Romano e Diego Romano, in occasione del centenario della nascita del compositore argentino, ripercorrendo la sua lunga carriera artistica attraverso l’esecuzione di alcune delle sue pagine più rappresentative ed intime.

 

VILLA PENNISI IN MUSICA SUMMER SCHOOL

Si crea e si costruisce il palcoscenico, si realizza l’illuminazione più adatta, si studia la migliore propagazione possibile del suono prodotto sulla scena e si prepara, infine, l’esecuzione dal vivo. Gli studenti, i giovani talenti e i Maestri d’eccezione collaborano quindi per progettare e costruire ReS – RESONANT STRING SHELL, una SCENA ACUSTICA che ottimizza la fruizione della musica da camera all’aperto. ReS ha vinto il PETER LORD AWARD 2015, assegnato dall’Institute of Acoustic (UK) per la sua eccezionale e innovativa progettazione acustica.

 

A questo link il programma completo della rassegna.

 

 

 

FESTIVAL VPM21

 

1° agosto – BASILICA SAN SEBASTIANO

Niccolò Musmeci – violino

Allegra Ciancio – pianoforte

musiche di Beethoven, Grieg, Cassadò

 

2 agosto – BASILICA SAN SEBASTIANO

Nicola Possenti – pianoforte

Elisabetta Paolini – violino

Camila Sanchez – viola

Luigi Visco – violoncello

Matto Tiberti – contrabbasso

musiche di Schubert

in collaborazione con Avos Project – Scuola Internazionale di Musica

 

3 agosto – BASILICA SAN SEBASTIANO

Matteo Canalicchio – pianoforte

Elena Pavoncello – violino

musiche di Debussy, Poulenc

Giuseppe Torrisi – pianoforte

musiche di Chopin

in collaborazione con Avos Project – Scuola Internazionale di Musica

 

4 agosto – Chiesa di Santa Tecla

Sofia Bandini e Francesca Vanoncini – violini

Camila Sanchez – viola

musiche di Dvořák e Reger

 

5 agosto – BASILICA SAN SEBASTIANO

Stefano Rizzato – pianoforte

musiche di Beethoven e Chopin

Adriano Leonardo Scapicchi – pianoforte

Sofia Bandini e Maddalena Fogacci Celi – violini

Matteo Introna – viola

Alessio Pianelli – violoncello

musiche di Šostakóvič

in collaborazione con Avos Project – Scuola Internazionale di Musica

 

6 agosto – Primaterra Contrada Sciaranuova

Sofia Bandini e Francesca Vanoncini – violini

Camila Sanchez – viola

musiche di Dvořák e Reger

in collaborazione con Avos Project – Scuola Internazionale di Musica

 

7 agosto – Basilica Cattedrale Maria SS Annunziata

Francesco Bravi – pianoforte

musiche di Godowsky

 

 

 

8 agosto – Villa Pennisi

OPENING GALA CONCERT

Sestetto Stradivari
musiche di Brahms e Čajkovskij

 

9 agosto – Villa Pennisi

Incantesimi

Beatrice Rana – pianoforte

Massimo Spada – pianoforte

Andrea Obiso – violino

David Romano – violino

Alessio Pianelli – violoncello

musiche di Rachmaninov, Debussy, Stravinky, Ravel

 

10 agosto – Villa Pennisi

Elogio della trasparenza

Mario Montore – pianoforte

Andrea Obiso – violino

musiche di Beethoven Hindemith, Schubert, Brahms

 

11 agosto – Villa Pennisi

“nessuna nota superflua”

Mario Montore – pianoforte

Alessandro Carbonare – clarinetto

David Romano – violino

Diego Romano – violoncello

musiche di Brahms

 

12 agosto – Villa Pennisi

L’ospite B.
pantomima per tre attori e quartetto d’archi da Samuel Beckett e Ezio Bosso

Compagnia i Pesci – Mario De Masi, Alessandro Gioia, Fiorenzo Madonna

David Romano e Ruggiero Sfregola – violini

Raffaele Mallozzi – viola
Diego Romano – violoncello

musiche di Ezio Bosso

 

13 agosto – Villa Pennisi

Hommage a Piazzolla

Mario Montore – pianoforte

David Romano – violino

Diego Romano – violoncello

musiche di Astor Piazzolla

 

 

 

About The Author

Number of Entries : 125

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top