You Are Here: Home » Attualità » Rendere Acireale una smart city con Idee in Movimento

Rendere Acireale una smart city con Idee in Movimento

rendere_acireale_una_smart_city_1

di Provvidenza D’Antoni –  Bellissimo incontro, quello avvenuto mercoledì 23 aprile nella sede del comitato elettorale di Partecipazione Popolare, in Piazza Porta Gusmana, tra il gruppo giovanile e il candidato sindaco Marcello Monaco.

I ragazzi, capitanati dal candidato al consiglio comunale Alessio Paradiso hanno consegnato al dott. Marcello Monaco i punti programmatici #ideeinmovimento da loro stilati.

alessio_paradiso_partecipazione_popolare

Come ha spiegato Alessio Paradiso: «Puntiamo sull’innovazione, la trasparenza e l’e-governement, la comunicazione, insomma, su tutte quelle idee in movimento che nascono nel Mondo e che vogliamo far fiorire in città,  per rendere Acireale una città curata, partecipata, sostenibile , digitalizzata e aperta all’arte e agli scambi culturali».

rendere_acireale_una_smart_city_

Afferma il candidato sindaco Marcello Monaco, ben lieto di questa voglia di fare per il bene della Città da parte dei giovani:  «Il bello di questi ragazzi è che non solo ti dicono cosa vogliono ma anche come realizzarlo, davvero un programma ben fatto che spinge molto sull’informatizzazione e sulle nuove tecnologie per migliorare la nostra Città».

area_metropolitana_acireale_dice_no_

I punti programmatici presentati sono divisi in 4 sezioni: Idee in Movimento per Acireale Digitale, Idee in Movimento per il Carnevale di Acireale, Idee in Movimento per rendere bella e funzionale Acireale, Idee in Movimento per promuovere il locale.

La prima parte è dedicata a importare e a sviluppare pratiche digitali: soluzioni per consultare gli uffici comunali anche da casa, un portale – rispettoso di usabilità e accessibilità – dove sarà possibile visualizzare i dati sul bilancio e  usufruire degli uffici pubblici da casa, l’adozione di sofware libero e open source per la pubblica amministrazione che permetterebbe di risparmiare in licenze d’uso, il wi-fi libero, l’uso di mappe georeferenziate e QR Code come servizi ai turisti, la creazione di un’officina creativa Fab Lab come volano all’artigianato, e l’apertura della Fiera dello Jonio alle startup e ai designer.

La seconda parte, invece, illustra nuove soluzioni per il Carnevale di Acireale: l’istituzione di un biglietto di ingresso alla sola condizione – però – di migliorare e moltiplicare i servizi per le famiglie ( posteggi custoditi dal Comune, servizi igienici, fasciatoi), una promozione adeguata effettuata da competenti social media manager per promuovere le peculiarità del nostro Carnevale e non ciò che ci accomuna alle altre manifestazioni carnacialesche – circuito libero, macchine infiorate – maggiori attrazioni per i giovani e l’organizzazione di una Carnival Street Parade – in partnership con manifestazioni europee come la Love Parade di Zurigo – che utilizzi i carri  come palchi per dj e performe, aree carnacialesche a tema che coinvolgono le attività commerciali e tutti i quartieri cittadini, workshop con designer ed esperti di elettronica digitale per i maestri carristi, la costituzione in partnership con Trenitalia di treni speciali per Acireale nei giorni del Carnevale.

rendere_acireale_una_smart_city_3

La terza parte è dedicata alla cura della Città dotata di più spazi verdi, abbellita dalla Street Art e dal un regolamento sul decoro urbano; non mancano idee sulla riqualificazione di edifici in abbandono da destinare a spazi di coworking e residenze artistiche grazie alle quali artisti di tutta Europa regaleranno opere d’arte ad Acireale, sulla lotta al randagismo premiando con sgravi fiscali chi adotta un animale abbandonato, sull’abbattimento delle barriere architettoniche e sul potenziamento dei trasporti pubblici (possibilmente elettrici) per rendere la città fruibile da anziani e diversamente abili.

La quarta parte del programma, invece, suggerisce delle buone pratiche per promuovere il locale: dai percorsi del gusto, alla creazione di negozi temporanei per fare rivivere zone in abbandono e vivacizzare percorsi storici e naturalistici, dalla creazione di aree destinate alla movida, con tanto di suolo pubblico gratuito per rilanciare la movida acese fino all’attivazione in Città – stringendo partnership con illustri enti formativi – di master di comunicazione, marketing e design.

rendere_acireale_una_smart_city_5

Un programma che non dimentica neanche quanto fatto finora da altri volenterosi acesi attivi sul territorio: il festival cinematografico Magma, le attività promosse dall’Associazione Cento Campanili e dalla Diocesi di Acireale, il festival gastronomico Nivarata – il rito della Granita Siciliana che attira in città le attenzioni di illustri nomi e investitori del settore gelatiero italiano ed estero e sta creando nuove opportunità e canali commerciali sia per il comparto agroalimentare sia per la pasticceria.

rendere_acireale_una_smart_city_4

Conclude Alessio Paradiso: «Se sarò eletto al fianco di Marcello Monaco, sarà mia cura lavorare duramente per trasportare Acireale nel futuro e renderla una città europea moderna, una vera Smart City».

I punti programmatici #ideeinmovimento sono consultabili cliccando qui.

marcello monaco

About The Author

Number of Entries : 425

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top