You Are Here: Home » Attualità » Regione Siciliana, stanziati ulteriori fondi per l’edilizia scolastica

Regione Siciliana, stanziati ulteriori fondi per l’edilizia scolastica

Il presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci, dello stanziamento di ulteriori sessanta milioni di euro per la riqualificazione e l’ammodernamento degli istituti scolastici siciliani

di Antonella Agata Di Gregorio

house-structure-made-with-vintage-books-against-wooden-wall_23-2148038707

“Grazie a queste risorse e con l’impegno delle amministrazioni comunali di riferimento dei vari territori si potrà ulteriormente procedere sulla riqualificazione del patrimonio edilizio degli istituti scolastici siciliani per rendere più sicuri e vivibili gli spazi nei quali, ogni giorno, gli studenti siciliani esercitano il loro diritto allo studio. La pandemia ha certamente favorito una maggiore attenzione sulle condizioni strutturali di molte scuole e, di conseguenza, sulla necessità di un ammodernamento generale”.

Con queste parole l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione professionale, Roberto Lagalla, ha commentato l’annuncio del presidente della Regione Siciliana, on. Nello Musumeci, dello stanziamento di ulteriori sessanta milioni di euro per la riqualificazione e l’ammodernamento degli istituti scolastici siciliani, dopo l’aggiornamento dell’elenco relativo agli interventi da finanziare compresi nella graduatoria del Piano triennale 2018-2020.

“Con soddisfazione – ha affermato ancora Lagalla – possiamo dire che lo stato di salute di molti istituti scolastici è decisamente migliorato e, in alcuni casi, completamente rinnovato grazie alle risorse liberate e messe a disposizione in questi tre anni di amministrazione dal governo Musumeci. Abbiamo mantenuto alta l’attenzione sulla scuola e siamo riusciti ad avviare un progetto ampio e ambizioso che resta comunque prioritario nel prosieguo, anche alla luce dell’imminente definizione del nuovo Piano triennale 2021-2023”.

I fondi stanziati in precedenza dalla Regione ammontavano a poco meno di 100 milioni di euro, suddivisi rispettivamente in una prima quota pari a 46 milioni di euro ed una seconda di 50 milioni di euro: attualmente i fondi a disposizione raggiungono quota 160 milioni (aumento dovuto al recupero di risorse del Fondo Pac 2007/2013, presso il ministero dell’Istruzione).

La maggiore disponibilità di risorse garantisce il finanziamento di ulteriori progetti, coinvolgendo l’intero territorio regionale e coprendo interventi di vario genere, come ad esempio la manutenzione, la messa in sicurezza e la ristrutturazione degli edifici, con l’abbattimento di barriere architettoniche e la realizzazione di nuovi spazi per gli studenti (mense, laboratori, palestre).

About The Author

Number of Entries : 125

Leave a Comment

© 2014 EtnaMareReporter.it | Credits

Scroll to top